Unified communications: quanti soldi risparmi?

By | 9 novembre 2015

unified communications tempo denaro

Probabilmente non hai mai sentito parlare di comunicazione unificata, detta anche unified communications (UC).  E va benissimo così. Ti capisco al 100%.

Cosa c’entrerà, poi, con un blog che parla di centralini telefonici e impianti di telecomunicazione?

Tutto parte da due meravigliose domande.

  1. con queste tecnologie, con la unified communication…quanto riesco a vendere di più del mio prodotto/servizio?
  2. con queste soluzioni tecnologiche, quanti soldi risparmio?

Ti svelo una cosa che mi riguarda direttamente.

Quando ho iniziato ad appassionarmi di telecomunicazioni e tecnologie correlate, spesso e volentieri sentivo parlare di unified communication. Colleghi, collaboratori, installatori telefonici. Tutti gli addetti ai lavori non perdevano occasione di citarmi queste mirabolanti trovate tecnologiche che, magicamente, avrebbero rivoluzionato il modo di comunicare in azienda.

Io, appassionatomi al marketing grazie ai testi di Al Ries e Jack Trout, secondo i quali le “vere rivoluzioni non arrivano a mezzogiorno in punto, precedute dalle fanfare e con servizio ad hoc nell’edizione serale del telegiornale” [1] , storcevo un po’ il naso.

Non mi scoraggiai, e iniziai a studiare.

C’era un grosso problema di fondo: ne parlavano in maniera entusiastica gli addetti ai lavori…ma gli ipotetici utilizzatori finali ignoravano completamente l’esistenza della cosa.

Fonti italiane non ce n’erano tantissime, e quelle poche che si trovavano parlavano esclusivamente per sigle e acronimi: tempo due righe, e mi slogavo la mandibola dagli sbadigli.

Per fortuna il panorama anglosassone era più ricco di informazioni, e approfondendo bene l’argomento riuscii a riassumere in una frase quello che fino ad allora avevo solo ipotizzato:

La Comunicazione Unificata – Unified Communications coniuga:

  • posta elettronica
  • messaggistica istantanea
  • calendario elettronico

con i seguenti dispositivi di comunicazione:

In pratica, si integrano diversi strumenti, così da rendere più facile la condivisione di informazioni.

Bene, fin qui ci siamo.

Seguimi.

Il punto ora era, per me, di riuscire a trasformare in linguaggio comune tutto quello che hai visto poche righe più in alto. Dove per linguaggio comune, intendo il linguaggio che parli tu: tradurre in effettivi benefici misurabili l’adozione di certe tecnologie.

Ovvero, la risposta alle domande all’inizio dell’articolo che stai leggendo:

  1. con queste tecnologie, quanto riesco a vendere di più del mio prodotto/servizio?
  2. con queste soluzioni, quanti soldi risparmio?

Dopo lunga, lunghissima ricerca, ho trovato la risposta. E la risposta è “dipende”. Sì, è pazzesco, ed è l’amara verità: non ho ancora trovato un produttore di centralini telefonici che riesca a rispondere semplicemente a queste due domande (se lo trovi, scrivi pure nei commenti).

Si deve agire “lateralmente”, spiegando quali siano gli effettivi vantaggi dell’utilizzare una tecnologia piuttosto che un’altra.

In questo caso, un consulente come il sottoscritto può aiutarti a tradurre in numeri e rendere concreti per il tuo business calando nella tua realtà gli effettivi benefici di una soluzione tecnologica, piuttosto che un’altra.

Per poterti dare un’idea, per fortuna si trovano in giro alcune indagini con relative statistiche.

Tutto parte da un articolo pubblicato su Mashable, nel quale il direttore editoriale Matt Silverman sostiene che “la produttività di un lavoratore della conoscenza [ovvero chiunque abbia una mansione che non sia prettamente manuale] risiede principalmente nell’abilità di recuperare e comunicare velocemente le informazioni”. Tutto ciò ha senso: più velocemente un collaboratore riuscirà a recuperare informazioni, più velocemente riuscirà a produrre un risultato.

Guardando in profondità, si vede che con l’utilizzo delle tecnologie di unified communications si può risparmiare tempo.

E il tempo è denaro.

Facciamo un po’ i calcoli della serva. Le unified communications ti permettono di fare un po’ di cose, tra cui:

  • sapere se un collega è disponibile, così da non perdere tempo cercandolo in giro;
  • rendere il cellulare un interno aziendale, così da poter contattare i tuoi colleghi e collaboratori come se fossi in ufficio, passandovi le chiamate;
  • integrare le rubriche telefoniche aziendali e del tuo telefono cellulare, così da perdere meno tempo nel cercare i contatti;
  • organizzare videoconferenze, risparmiando sui costi di viaggio…anche organizzativi;
  • avere un centralinista virtuale per ogni interno aziendale, così da gestire le chiamate in automatico;
  • cliccare un numero sul monitor del PC, facendo così partire la chiamata dal telefono della scrivania…e facendoti risparmiare quei dieci secondi a telefonata di solito spesi a digitare il numero;

Quanto tempo si può risparmiare sistematizzando così i processi, e rendendo più immediato il recupero di informazioni? Questo studio di Microsoft stima un risparmio tra i 30 e i 150 minuti al giorno, che possono essere utilizzati per attività più produttive. Vogliamo stare bassi, facciamo trenta minuti?

Con un costo orario medio di 19 euro per ogni dipendente, si risparmiano al giorno 9,5 euro.

Considerando ipoteticamente 220 giorni lavorativi, sono 2090 euro.

All’anno.

Per singolo lavoratore.

Ho arrotondato mooolto per difetto i costi e i numeri in gioco. Sicuramente, tu che li conosci bene, sai che sono decisamente più alti.

Se per la prima domanda fondamentale ho dato una risposta di massima qui, ora possiamo finalmente a rispondere alla seconda domanda fondamentale sulle unified communications:

quanti soldi risparmio?

Sì, può decisamente convenirti investire su centralini telefonici che ti aiutino nello sviluppo del business.

Di questi tempi hai bisogno di tutti gli strumenti per poter essere avanti alla concorrenza, strumenti che mantengano il loro valore nel tempo, portino benefici concreti e non siano ancora usati dalla massa.

Ogni realtà aziendale è differente, e la consulenza di un esperto è fondamentale per poter costruire una soluzione ad hoc. Contattami, sarà mio piacere aiutarti.

Ad maiora!
Luca.

 

 

 

 

 

 

[1] Al Ries and Jack Trout, The 22 Immutable Laws of Marketing. Profile Books.
Luca Deruda

Luca Deruda

Di origini sarde e lucane, aiuto aziende e professionisti a far crescere il business ottimizzando la fonia aziendale. Lo faccio fornendo impianti telefonici stabili, tecnologicamente all'avanguardia e destinati a durare nel tempo.
Luca Deruda

2 thoughts on “Unified communications: quanti soldi risparmi?

  1. marco

    Ciao Luca, articolo davvero interessante.
    Solo una domanda. Le statistiche mi sembrano un po’ alte. Possibile che il costo del lavoro per l’azienda sia così alto? Posso chiederti una fonte dove recuperare alcune informazioni?
    Grazie,
    Marco

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *